Vai al menu

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS
Consiglio Regionale della Lombardia


"Corriere del Mezzogiorno" del 8 Maggio 2013

Tabelle tattili e mappe, l'Eos hotel apre ai disabili źNoi primi in Puglia╗

LECCE. Il Salento apre le sue porte anche ai turisti non vedenti, grazie al progetto dell'Eos Hotel di Lecce che abbatte le barriere per le persone con disabilità visiva. Il tre stelle del gruppo «Vestas Hotels & Resort» ha infatti attrezzato camere e spazi comuni con materiale informativo e speciali tabelle tattili, per consentire anche ai disabili sensoriali di orientarsi nell'ambiente circostante. Niente più barriere e spazi negati, dunque, grazie al progetto fortemente voluto dal presidente del gruppo, Andrea Montinari. «E' un ulteriore intervento nell'ottica del turismo accessibile - spiega Montinari -. Il nostro dovere di imprenditori è quello di favorire progetti che rendano le nostre strutture innovative e a misura di disabile. Perchè non si può parlare di sviluppo turistico, prescindendo dall'accessibilità alle strutture ricettive». L'iniziativa Per i turisti non vedenti, sono stati studiati tanti piccoli accorgimenti. A partire dai materiali informativi (biglietti da visita, menu, brochure) e dalle mappe, che diventano anche tattili e consentono dunque anche ai disabili visivi di accedere alle notizie dell'albergo e di muoversi autonomamente al suo interno. Anche nelle camere le tabelle tattili segnalano il percorso per arrivare dall'ingresso all'ascensore e quindi per accedere agli spazi comuni della struttura. E nella hall dell'albergo è disponibile una mappa tattile di Lecce, con le informazioni necessarie per muoversi all'interno della città ed i percorsi di riferimento per raggiungere il centro. Il progetto, unico nel suo genere nella storia del turismo locale, è stato curato dalla designer Michela Bidetti. «La mobilità autonoma in ambienti accessibili è un diritto universalmente riconosciuto - spiega Michela Bidetti -. Per questo motivo, l'obiettivo primario del progetto è stato quello di individuare gli spazi dell'hotel dove è necessario garantire la mobilità autonoma, descrivendo in sintesi ed in modo efficace gli ingombri e le informazioni necessarie». Le caratteristiche Oltre agli strumenti pratici, anche il personale dell'Eos Hotel sarà formato per assistere al meglio le persone disabili, garantendo un'accoglienza personalizzata ed una sistemazione che terrà conto dei bisogni degli ospiti non vedenti o ipovedenti. Il progetto è stato molto apprezzato anche dal Sindacato famiglie italiane diverse abilità, come sottolinea il presidente della sezione di Lecce, Luigi Mangia. «Questa iniziativa rappresenta un'inversione di tendenza - spiega Mangia -. In genere il turista disabile è un po' problematico e poco desiderato, invece è apprezzabile che ci siano imprenditori pronti a favorire le esigenze di una domanda che è in forte espansione». Nella conferenza stampa di presentazione di ieri mattina, Nica Mastronardi di PugliaPromozione ha sottolineato la visione di «accessibilità come accoglienza a 360 ».

di Marco Errico



Cerca nel sito | Mappa del sito | XHTML 1.0 Valido | Torna ad inizio pagina
Copyright © 2006 - 2021 Consiglio Regionale U.I.C.I. della Lombardia. Codice fiscale 97006460154